BONUS FACCIATE  Detrazioni fiscali 90% | Roma

Interventi | Immobili e fabbricati ricadenti nella Zone A e B

A

IVA INCLUSA

 

DETRAZIONE FACCIATE / 90%

Per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 90%.

Esattamente quali interventi sono agevolabili?

sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

  • intonacatura;

  • verniciatura;

  • rifacimento di ringhiere;

  • decorazioni;

  • marmi di facciata;

  • balconi;

  • restauro marmi di facciata.

 Si escludono le spese sostenute per la sostituzione degli infissi (detraibili comunque al 50% con l’ecobonus o il bonus ristrutturazione).  

Rimangono, inoltre, esclusi gli interventi relativi agli impianti di illuminazione, gli interventi sui pluviali, sugli impianti termici e sui cavi esterni.

Quali zone sono ammesse?

sono ammesse le zone A e B, dove:

  • la zona A include le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;

  • la zona B include le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A): si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5 per cento (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore a 1,5 mc/mq.

Quali i fabbricati ammessi?

Sono ammessi i fabbricati delle zone A e B, siano essi vilette mono o plurifamiliari, oppure condomini. Sono esclusi i fabbricati isolati, quindi fuori dalle Zone A e B.

Quali sono i limiti di spesa?

La detrazione vale senza alcun limite di spesa per singole unità familiari o condomini, purché rientrino negli interventi ammissibili.

COIBENTAZIONE A CAPPOTTO DELLE FACCIATE

Nell’ipotesi in cui i lavori di rifacimento della facciata, ove non siano di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10 per cento dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, gli interventi devono soddisfare i
requisiti di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2015, pubblicato nel supplemento ordinario n. 39 alla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015, e, con riguardo ai valori di trasmittanza termica, i requisiti di cui alla tabella 2 dell’allegato B al decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18 marzo 2008.

        Purchè si rientri nei limiti prestazionali sono detraibili al 90% anche le spese per coibentazione a cappotto delle facciate.

CHI PUÒ' USUFRUIRE DEL BONUS FACCIATE ?

la legge di Bilancio 2020 ha specificato che per il nuovo bonus si applichi lo stesso regolamento operativo delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.      Possono, dunque, usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato. 

  • i titolari di un diritto reale sull'immobile

  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali

  • gli inquilini

  • coloro che hanno l’immobile in comodato

  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa

  • le associazioni tra professionisti

  • gli enti pubblici e privati 

  • il familiare convivente con il possessore

  • il convivente more uxorio

QUALI SONO I MASSIMALI DI DETRAZIONE DELL'ECOBONUS?

I massimali dei detrazione differiscono per categorie di intervento  e si riferiscono agli importi massimi ammissibili da portare in detrazione, quindi non alla spesa effettiva.

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE 
Caldaie a condensazione e biomassa | Pompe di calore
FINO A 30.000 €​ di detrazione
INTERVENTI SULL'INVOLUCRO
Sostituzione infissi | Coibentazione pareti, pavimenti e tetti
FINO A 60.000 €​ di detrazione
INSTALLAZIONE PANNELLI SOLARI
Solare termico | integrazione ACS
FINO A 60.000 €​ di detrazione
INSTALLAZIONE SCHERMATURE SOLARI
Tende | Ombreggianti | Oscuranti
FINO A 60.000 €​ di detrazione
MICROGENERATORI
MCHP
FINO A 100.000 €​ di detrazione
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Edifici esistenti
FINO A 100.000 €​ di detrazione
INTERVENTI SU PARTI CONDOMINIALI
Edifici esistenti
DA 40.000 € A 136.000 € PER OGNI UNITA' IMMOBILIARE 
I massimali potrebbero subire variazioni con la nuova finanziaria 2019.

COME VARIANO LE PERCENTUALI DELL'ECOBONUS ENEA ?

Le tipologie di intervento differiscono anche per percentuale di sconto in relazione all'efficacia attribuita alla categoria di intervento:

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE 
  • Caldaie a condensazione | dal 50% al 65%
  • Caldaie a biomassa | 50% 
  • Pompe di calore | 65%
  • Generatori di aria calda | 65%
  • Scaldacqua | 65%
INTERVENTI SULL'INVOLUCRO
  • Sostituzione infissi | 50%
  • Interventi di coibentazione | 65% 
INSTALLAZIONE PANNELLI SOLARI
  • Collettori solari | 65%
INSTALLAZIONE SCHERMATURE SOLARI
  • Tende | 50%
  • Zanzariere| 50%
MICROGENERATORI
  • Microgeneratori | 65%
  • Generatori ibridi | 65%
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
  • Edifici esistenti | 65%
INTERVENTI SU PARTI CONDOMINIALI
  • Coibentazione involucro | dal 70% al 55%
  • Coibentazione involucro + Riduzione rischio sismico | da 80% a 85%

Le percentuali di alcuni interventi varia in relazione ai limiti prestazionali raggiunti, quindi un intervento più efficace gode di uno sconto maggiore.

LA COMUNICAZIONE ALL'ENEA E' OBBLIGATORIA?

Per usufruire della detrazione al 50% - 65 % dell'Ecobonus è necessario procedere con l'apposita comunicazione all'ENEA entro 90gg dalla fine dei lavori.

La documentazione deve essere invai all'ENEA  e stampata, firmata al fine di dimostraste in caso di controllo il diritto ad usufruire della detrazione, comunque soggetto anche a verifica tecnica oltre che formale.

Tutte le pratiche e le verifiche sono elaborate ed asseverate da Ingegneri, dalla pratica di routine al calcolo complesso. Assistenza e competenza, procedurale e tecnica in merito alle detrazioni fiscali 65%  / Ecobonus.

COMUNI DI PRIMA CORONA

Castel Gandolfo, Fonte Nuova, Palestrina, Trevignano Romano, Castel San Pietro Romano, Gallicano nel Lazio, Guidonia Montecelio, Mentana, Poli, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Zagarolo, Anguillara Sabazia, Campagnano di Roma, Formello, Monterotondo, Riano, Sacrofano, Fiumicino, Albano Laziale, Ardea, Ciampino, Colonna, Frascati, Grottaferrata, Marino, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Pomezia

COMUNI DI SECONDA CORONA

 Anzio, Aprilia (LT), Ariccia, Artena, Bracciano, Capena, Capranica Prenestina, Casape, Castel Madama, Castelnuovo di Porto, Cave, Cerveteri, Ciciliano, Labico, Ladispoli, Magliano Romano, Marcellina, Mazzano Romano, Montelibretti, Monterosi (VT), Nepi (VT), Palombara Sabina, Rocca di Cave, Rocca di Papa, Rocca Priora, San Cesareo, San Polo dei Cavalieri, Sant'Angelo Romano, Sutri (VT), Valmontone, Vicovaro

PRATICHE EDILIZIE ROMA

Studio Tecnico di Ingegneria

Ing. Petrovai Octavian

Ordine degli ingegneri della provincia di Roma

n. 35166 A

TEL. 06 211 280 96

energeticaroma@mail.com

P.IVA IT13637311005

  • Facebook - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • YouTube - Black Circle